Digestione al mare, quando fare il bagno.

Quante volte al mare, dopo una pausa pranzo anche leggera, abbiamo il complesso e la paura di quello che viene comunemente chiamato “blocco intestinale” se facciamo il bagno?  Le leggende metropolitane suggeriscono, generalmente, di aspettare almeno 3 ore dopo l’ultimo pasto prima di entrare in acqua; ma se avessimo consumato lattuga dovremmo aspettare sempre le famose 3 ore? E se invece avessimo mangiato una bistecca di maiale, le ore di attesa sarebbero sempre le stesse? Proviamo a fare l’analisi di questa credenza della temutissima patologia da congestione gastrointestinale. 

congestione 1

Partendo dal presupposto che la International Life Saving Federation definisce infondata la raccomandazione di evitare il bagno dopo i pasti, nella letteratura medica (a ricerche avvenute) non si trova alcun riferimento all’esistenza del blocco intestinale, congestione etc. nè tantomeno correlazioni tra fase digestiva e annegamento. I rischi di annegamento vengono da ben altri motivi e il buon senso resta sempre il più utile metro di misura per regolarsi in spiaggia; in generale è sempre consigliabile evitare di esporre la zona addominale alle basse temperature per almeno 3 ore dopo un pranzo completo, oppure 1-2 ore se si consuma uno spuntino leggero come panino, insalata etc.

Ma cos’è la congestione, quali sono i sintomi e perché accade?

La congestione è un processo che può svilupparsi in breve tempo e in tutte le stagioni; in spiaggia e con l’eccessiva temperatura estiva, si può andare incontro ad eccessivi sbalzi termici nella zona addominale che possono causare problemi, specialmente quando è in corso il processo digestivo. E’ proprio nel momento della digestione che vi è un maggiore afflusso di sangue nello stomaco e in tutto l’apparato gastrointestinale, comportando un aumento di temperatura nella zona. Tuffarsi in acque abbastanza fredde, entrare in luoghi chiusi con bassa temperatura, data da aria condizionata, o concederci una bevanda gelida e ghiacciata per contrastare il caldo a cui si va incontro nel periodo estivo, comportano all’apparato digerente un eccessivo carico di lavoro e quindi un possibile blocco della digestione; ciò accade a causa del repentino cambiamento di temperatura che fa scattare una reazione di difesa dell’organismo per mantenere la temperatura basale. Il cervello, in questo caso, ordina al corpo di far fluire il sangue nella zona colpita (in questo caso l’addome e lo stomaco) creando indirettamente uno squilibrio circolatorio del sangue.

Sintomi:

dolore intenso all’addome e senso di stretta allo stomaco a volte accompagnato da capogiro, debolezza alle gambe, sensazione di nausea e vomito, pallore e sudorazione fredda. Questi sintomi sono facili e semplici da essere individuati in una persona adulta ma, se si tratta di un bambino, la cosa fondamentale da tenere sotto controllo è il pianto associato alle braccia strette all’addome.

Rimedi:

è fondamentale il tempestivo intervento per impedire l’aggravarsi dei sintomi in un vero e proprio collasso, che in rari casi può essere fatale. La prima cosa da fare è quella di riscaldare la zona addominale con lenti massaggi, in seguito somministrare bevande calde, ma non troppo, ad azione rilassante come tisane, camomilla, melissa etc.. E’ importante non stare esposti al sole per riscaldare il corpo perché si favorirebbe il collasso ma prediligere zone ombrose, evitando correnti d’aria.

Effettuate e tenete in considerazione le misure basi per contrastare questo tipo di disturbo; è sempre opportuno rivolgersi a un medico o uno specialista per togliersi eventuali pensieri e per godersi in pieno gli ultimi giorni della bella stagione.

 

2 pensieri su “Digestione al mare, quando fare il bagno.

  1. fulvialuna1 ha detto:

    Grazie per questa esauriente spiegazione.
    Anni fa abbiamo perso una’amica annegando al mare. E’ stato atroce. Aveva mangiato un gelato ghiacciolo, ci hanno detto che la reazione tra il freddo dell’alimento, l’acqua fredda el mare che era mosso e lo sforzo per tornare a riva è stata la combinazione letale.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...